LOGOANTONELLO

Pr vista articlevista article
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Indice articoli

E le Madonne, le donne. "In queste donne la pu­dica timidezza, che contrasta col calore del tempera­mento, fa sbocciare sui loro volti una grazia contra- stata tutta particolare ... Col volto stretto tra le falde della mantellina, essa par chiusa in un'armatura che sa di chiostro e d'ovile. Questo classico copricapo, rende la fragranza delle sue guance e l'ardore dei suoi occhi, favolosi e irraggiungibili". E non è delle Annunciate di Antonello che ora si trovano a Palermo a Venezia e a Monaco che parla Nino Savarese, ma della donna dei paesi siciliani dell'interno, poco prima dell'ultima guerra mondiale.

Ne abbiamo ricordo anche noi : le mantelline di vigogna nera foderate di raso, supremamente eleganti (a volte orlate da un cordoncino o filettate, come si vede nella Madonna col Bambino della National Gal­lery di Washington ; più spesso lisce); e un tempo si portavano di colore diverso, secondo la condizione o l'età : azzurre bianche nere. Pare che bianche le por­tassero le donne dell'aristocrazia, nere le donne del popolo, azzurre le ragazze. Appunto azzurre le por­tano le Annunciate di Antonello : ragazze contadine che veramente sanno di chiostro e d'ovile, di quelle che nella settimana santa venivano scelte a rappre­sentare la Madonna o la Maddalena ai piedi della Croce e spesso erano causa di incidenti più o meno ridevoli, di incontenibili zuffe tra colui che rappre­sentava Cristo e colui che rappresentava san Giovan­ni, con conseguente partecipazione degli altri apo­stoli dei soldati romani degli spettatori. C'è in pro­posito, in ogni paese siciliano, una ricca tradizione : e quasi sempre riferisce del Cristo che, padre della ra­gazza che fa la Madonna o la Maddalena, vede dal­l'alto della Croce l'apostolo Giovanni stringersi un po' troppo a confortare la dolente; e dapprima am­monisce, poi si stacca dalla Croce e scende bestem­miando alle cosiddette vie di fatto.

Stampa Email

Don't have an account yet? Register Now!

Sign in to your account